21 GENNAIO 2021, MOSCA

681

Leggi l’articolo originale in lingua russa sul sito della TPP RF a questo link.

La Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa (TPP RF) ha organizzato una tavola rotonda sulle possibilità di vendita a distanza di medicinali tramite l’utilizzo di servizi moderni

Il 21 gennaio 2021 si è tenuta una riunione congiunta del Comitato della Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa (TPP RF) per le Imprese del settore Sanità e Industria Medica, del Consiglio per lo Sviluppo del Mercato dei Consumatori e del Consiglio per lo Sviluppo dell’E-commerce sul tema: “Opportunità di vendita a distanza di farmaci tramite l’utilizzo di servizi moderni”, alla quale hanno partecipato oltre 50 rappresentanti di sindacati ed associazioni di categoria, aziende farmaceutiche e società di e-commerce.

L’incontro è stato organizzato nell’ambito della preparazione di una posizione consolidata della Camera del Commercio e dell’Industria della Federazione Russa sulla bozza di risoluzione del Governo russo elaborata dal Ministero della Salute della Federazione Russa: “Emendamenti sulle regole di emissione ed autorizzazioni per la vendita al dettaglio di medicinali per uso medico a distanza, implementazione di tale commercio e consegna dei prodotti specifici ai cittadini”.

Il progetto si propone di espandere le opportunità di vendita a distanza utilizzando servizi su Internet (aggregatori/marketplace), aumentando l’interesse delle organizzazioni farmaceutiche verso la vendita a distanza e aumentando la disponibilità di farmaci per la popolazione, anche grazie alla struttura logistica sviluppata dei mercati moderni. Le modifiche prevedono l’esclusione del requisito che ci siano almeno 10 sedi per lo svolgimento di attività farmaceutiche sul territorio della Federazione Russa al fine di ottenere un’autorizzazione per la vendita al dettaglio a distanza di medicinali.

I co-moderatori della riunione sono stati il presidente del Consiglio della TPP RF per lo sviluppo del mercato dei consumatori Alexander Borisov ed il Presidente del Consiglio della TPP RF per lo sviluppo dell’e-commerce Alexei Fedorov.

Alla riunione ha partecipato Viktor Cherepov, Vicepresidente esecutivo dell’Unione Russa degli Industriali e degli Imprenditori (RSPP), Presidente della Commissione RSPP per l’Industria della Sanità, membro del Comitato per le Imprese del settore Sanità ed Industria Medica della TPP RF.

Dmitry Kurochkin, Vicepresidente della TPP RF, ha rivolto ai partecipanti un discorso di benvenuto, sottolineando l’importanza di un approccio equilibrato alla regolamentazione della vendita a distanza di medicinali. Sia le farmacie che le aziende del mercato dei consumatori sono interessate allo sviluppo di questo segmento, ed oltre alla verifica della disponibilità di farmaci che possono essere forniti dalle moderne tecnologie digitali, è necessario garantire la sicurezza di questo metodo per i cittadini. L’esito dell’incontro dovrebbe essere il consolidamento della posizione della TPP RF, ed il tutto sarà inviato al Ministero della Salute ed al Ministero dello Sviluppo Economico russo in conformità con le procedure per la valutazione dell’impatto normativo.

Alexey Fedorov, Presidente del Consiglio della TPP RF per lo Sviluppo dell’e-commerce, sostenendo il fine del progetto, ha richiamato l’attenzione dei partecipanti sul fatto che i mercati siano un canale moderno di comunicazione con i consumatori, sottolineando come quindi questa forma dovrebbe essere consolidata anche per la vendita al dettaglio di prodotti farmaceutici.

Il Presidente dell’Associazione degli operatori e-commerce Artem Sokolov ha osservato nel suo discorso che il progetto è utile per il mercato e fornirà un’opportunità per accedere all’ordine di farmaci per i cittadini, espanderà la geografia e ridurrà i tempi di consegna ed i relativi costi.

Allo stesso modo, lo stato ed il funzionamento delle attività dei servizi Internet saranno di natura esclusivamente informativa e di mediazione per la successiva conclusione di un contratto di compravendita tra il paziente e la farmacia. L’aggregatore non interagirà con produttori o i distributori di medicinali, né svolgerà attività per lo stoccaggio di farmaci, poiché tale attività richiede una licenza per attività farmaceutiche.

Nelly Ignatieva, Direttore esecutivo dell’Associazione russa delle catene di farmacie, ha sostenuto l’idea di offrire alle farmacie l’opportunità di partecipare alla consegna dei farmaci venduti a distanza. Allo stesso tempo, le disposizioni della bozza, che implicano la consegna degli ordini ai punti di emissione degli ordini situati nelle farmacie, non possono essere supportate, poiché l’organizzazione della farmacia non può essere responsabile della qualità e delle condizioni di conservazione dei farmaci che non le appartengono e che erano stati precedentemente eliminati dal sistema di monitoraggio della circolazione dei farmaci. Tale posizione è stata sostenuta dal presidente dell’Associazione degli operatori e-commerce Artem Sokolov.

Lilia Titova, Direttore Esecutivo dell’Unione delle Organizzazioni Farmaceutiche Professionali, ha richiamato l’attenzione dei partecipanti sul fatto che il commercio elettronico di prodotti farmaceutici dovrebbe essere immerso nel campo legale e nel sistema dell’attività farmaceutica. L’apparato concettuale del progetto deve essere migliorato e devono essere escluse le disposizioni relative ai rapporti giuridici finanziari delle farmacie e dei servizi internet.

Dmitry Rusakov, Direttore delle relazioni governative di OZON, ha suggerito ai partecipanti di ampliare la discussione sulla possibilità di vendita a distanza di farmaci, poiché in alcuni casi un paziente necessita di farmaci sia soggetti a prescrizione che da banco in un unico ordine.

Commentando questa proposta, il Direttore Generale dell’Associazione dei produttori farmaceutici russi Viktor Dmitriev ha osservato che il tutto è prematuro, poiché la sua attuazione richiede un avviamento completo del sistema russo di prescrizioni elettroniche, il quale attualmente non è pronto.

Maxim Agarev, Direttore dei progetti GR di “OOO Yandex”, ha sottolineato che, a seguito dell’adozione del progetto, gli intermediari online non dovrebbero diventare concorrenti nel mercato delle farmacie, ma uno strumento per lo sviluppo e l’accesso dei cittadini ai beni.

Oleg Tukhvatullin, Vicedirettore del dipartimento per l’etichettatura digitale dei beni e la legalizzazione del fatturato dei prodotti del Ministero dell’Industria e del Commercio della Russia, commentando i discorsi dei partecipanti, ha osservato che il Ministero dell’Industria e del Commercio russo, come parte dell’introduzione di un sistema di monitoraggio della tracciabilità per altri gruppi di merci, interagisce con i principali siti Internet e aggregatori. Per quanto riguarda i medicinali, è necessario tenere conto dei requisiti per la loro circolazione e coordinare le azioni con il Ministero della Salute russo e con il Roszdravnadzor.

Durante il dibattito, i partecipanti all’incontro hanno notato che il Ministero della Salute russo sta attualmente interagendo con tutte le parti interessate per finalizzare il testo della bozza, all’interno del quale è possibile raggiungere posizioni di comune accordo.

Riassumendo gli esiti della riunione, Alexander Borisov, Presidente del Consiglio della TPP RF per lo Sviluppo del mercato dei consumatori, ha chiesto a tutti i partecipanti di inviare proposte specifiche circa il testo della bozza da inserire nella conclusione ufficiale della Camera.

Dipartimento per le Relazioni con le Associazioni Imprenditoriali
N. Soldatova