4 OTTOBRE 2019, NIZHNY NOVGOROD

724

 

La Camera di Commercio Italo-Russa ha partecipato alla prima sessione itinerante del Forum Italo Russo a Nizhnii Novgorod, organizzato dall’Associazione Conoscere Eurasia e da Banca Intesa, al quale hanno partecipato le principali associazioni imprenditoriali italiane in Russia oltre alla rappresentanza istituzionale della regione di Nizhnii Novgorod.

 

La prima sessione è stata aperta da Andrey BETIN, vicegovernatore, della regione di Nizhnii Novgorod che ha sottolineato i grandi sforzi fatti dalla regione e da tutte le istituzioni italiane. La Ccir conosce molto bene le opportunità di questa regione e le sue imprese che spaziano in vari settori industriali dalla siderurgia e meccanica alla chimica, al settore manifatturiero, elettrotecnico e alimentare. Una fattiva conoscenza che, proprio durante l’insediamento del Presidente Trani, si è trasformata in un accordo tra questa Regione e la CCIR al fine di promuovere iniziative congiunte per semplificare e agevolare lo scambio tra le imprese italiane e questa regione, una delle più ricche di tutta la Russia.

 

Durante le varie sessioni si sono discussi i dati statistici sull’interscambio generali e, nonostante la crisi economica-finanziaria e le sanzioni, rimane sostanzialmente stabile. Nei primi mesi del 2019 l’interscambio è stato di 12 miliardi di euro con una lieve flessione. L’Italia resta in ogni caso il quinto partner commerciale per la Russia con molti settori strategici che vedono l’asse Roma – Mosca strategico.

 

La regione di Nizhnii Novgorod ha avuto un interscambio di 183 milioni di euro e ha segnato un incremento del 43% rispetto all’anno precedente, ovvero +40% import da Italia e un incremento del +63% export da Russia a Italia. (Dati elaborazione ICE su dati agenzie dogane russe)
Questi dati sottolineano nuovamente l’interesse delle imprese russe di collaborare con le imprese italiane, desiderose di know-how e tecnologia dove le imprese e le PMI italiane sono pioniere anche a livello Europeo.

Il Presidente CCIR Trani, che non ha potuto partecipare all’evento per un impegno istituzionale pregresso, ha mandato un ringraziamento a Conoscere Eurasia e al Prof. Fallico per l’invito e per l’organizzazione di questi importanti incontri che promuovono il dialogo tra Russia e Italia e abbattono i preconcetti e la russofobia che spesso disorienta i nostri imprenditori.