5 DICEMBRE 2014, CHELYABINSK

437

APERTURA NUOVO CONSOLATO ONORARIO IN RUSSIA
SEDE DI CHELYABINSK

Chelyabinsk

Il 5 dicembre 2014 a Chelyabinsk – città di 1 milione di abitanti – capoluogo della omonima regione, è stata inaugurata la sede di un nuovo Consolato Onorario in Russia.

Il Antonio Piccoli, imprenditore, profondo conoscitore della regione, che ha instaurato in 20 anni relazioni ai massimi livelli in questa ricca zona degli Urali, è stato nominato Console onorario.

Per I’evento sono state indette numerose manifestazioni celebrative di carattere culturale e commerciale.

Presso il museo regionale sono state inaugurate due mostre classiche italiane: “Roma russa” e “Borghi d’Italia”, entrambe curate dalla D.ssa Olga Strada alla presenza della quale si sono svolti incontri con rappresentanti delle Università e della vita culturale della regione.

Testimonial della manifestazione è stato Michele Placido, molto famoso in Russia per la serie televisiva “La Piovra”. Il popolare attore che ha richiamato una gran folla di ammiratori e giornalisti, si è intrattenuto l’intero pomeriggio con fans, attori e registi presso il “Teatro accademico di arte drammatica di Chelyabinsk”.

Nel pomeriggio presso l’hotal Radisson Blue si è svolto il Forum “Italo-Russo”, manifestazione commerciale molto attesa dalla imprenditoria locale alla quale hanno partecipato 36 rappresentanti di aziende italiane di diversi settori (banche, aziende di macchinari per l’industria siderurgica, tecnologie per l’agroindustria, settore edile, settore medicale ecc.).

Da parte italiana hanno presenziato al Forum, oltre al Console Generale d’Italia in Russia, il direttore dell’ICE di Mosca, il direttore della Camera di Commercio Italo-russa, la Presidente dell’Associazione piccole-medie imprese del Veneto, il vice presidente e il direttore dell’Associazione imprenditori italiani in Russia.

Da parte russa erano presenti i massimi esponenti del Governo regionale, tra cui il Governatore Boris Dubrovsky, i deputati e senatori federali eletti nella regione di Chelyabinsk, i rappresentanti delle istituzioni locali, nonchè 167 aziende russe locali (tra cui I direttori delle prime 30 aziende locali per fatturato).

Il Forum è stato altresì propizio per sottoscrivere un protocollo di intenti fra il gruppo Konar, la Camera di Commercio Italo-Russa e il Gim-Unimpresa, per la creazione di un ufficio con personale di lingua italiana ed esperti locali del settore di supporto e di primo orientamento gratuiti per le imprese italiane che volessero investire nella regione nel settore siderurgico e metalmeccanico. L’ ufficio avrà sede presso il teknopark “ex stankomash” in gestione al gruppo Konar dove hanno già aperto la propria produzione le acciaierie di Cividale (Gruppo Valduga) e la societa’ Cimolai.

A breve è prevista l’apertura di altre aziende italiane, i cui nominativi, tuttavia, non sono stati al momento resi noti per motivi di concorrenza commerciale.

Hanno fatto da corollario alla manifestazione due importanti incontri presso l’Amministrazione regionale: il primo alla presenza del Governatore, del vicepresidente dell’acciaieria OAO MMK e di alcune aziende italiane del settore siderurgico, tra cui Danieli Spa.

il secondo oltre al Governatore alla presenza del Console Generale d’Italia, del direttore dell’acciaieria di Slatousty e Red Oktober e, ancora, della Danieli Spa.

I temi degli incontri sono stati:
-lo sviluppo dell’industria locale grazie alla fornitura di macchinari italiani. Le forniture sono in corso e continueranno il prossimo anno per decine di milioni di euro;
l’apertura di un centro servizi e di assistenza italiani per le acciaierie della regione di Chelyabinsk e delle regioni limitrofe;
-la partecipazione delle suddette aziende italiane alla creazione di un cluster per il settore metalmeccanico in loco per gli approvvigionamenti tecnologici e di macchinari per gli stabilimenti metallurgici della Regione. N.B. il 35% dell’acciaio, il 40% di semilavorati da siderurgia, il 15% di tubi in acciaio e il 60% di ferroalloy prodotti in Russia provengono da aziende situate nella Regione di Chelyabinsk.

Clicca qui per scaricare il programma dell’evento.

LA REGIONE DI CHELYABINSK
La Regione di Chelyabinsk conta circa 3,5 milioni di abitanti ed è considerata la capitale della metallurgia russa. Qui hanno sede gran parte delle aziende russe impegnate nel settore, come MMK (Magnitogorsky Metallurgichesky Kombinat), Micel, Zlatousty, Chelpipe, Magnesit ecc.
Dopo un quinquennio di recessione mondiale del settore ora si è registrata una nuova crescita di questo comparto in Russia, portando nuovamente la Regione ad essere una delle prime 10 regioni russe per PIL.
Altro settore in crescita nella regione è quello agricolo e agroindustriale, con veri e propri colossi dell’industria russa come Ariant, Makfa, Soyuspishiprom ed altri.
Anche i settori della metalmeccanica, energetico e costruzioni sono in forte espansione.
Tipica della regione è la ricerca applicata al settore nucleare.
Considerando le dimensioni della regione ed il livello del PIL, potranno essere inclusi tra i settori affrontati dagli incontri B2B anche altri settori (ad esempio, il settore medicale).

Visualizza l’archivio fotografico dell’evento:

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background