7 MARZO 2019, MOSCA

372

Traduzione in lingua italiana
dell’articolo pubblicato sul sito della Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa
al link: https://tpprf.ru/ru/interaction/committee/kombio/news/293950/

Credit © Chamber of Commerce and Industry of Russian Federation

Comitato Imprenditoriale industria medico-sanitaria

TPP e CCIR contribuiscono in modo attivo allo sviluppo della cooperazione italo-russa

 

Lo scorso 7 marzo presso la Zona Economica Speciale (ZES) “Technopolis Moscow” (https://technomoscow.com) ha avuto luogo la VIa sessione del Gruppo di Lavoro sull’Industria e le Tecnologie Avanzate del Consiglio di Cooperazione Italo-Russo per la Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria e la IIa riunione dei sottogruppi dedicati alla Cooperazione tra i due Paesi in ambito farmaceutico e biomedico.

 

Oleg Bocharov (Vice-Ministro dell’Industria e del Commercio della Federazione Russa) e Stefano Firpo (Direttore Generale per la Politica Industriale, la Competitività e le PMI presso il Ministero dello Sviluppo Economico della Repubblica Italiana) hanno partecipato In qualità di moderatori ai gruppi di lavoro focalizzati sull’Industria e sulle Tecnologie Avanzate.

 

Ai due eventi ha preso parte anche Dmitry Kurochkin, Vice Presidente della Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa (TPP), membro del Consiglio di Cooperazione Italo-Russo per la Cooperazione Economica, Industriale e Finanziaria nonché Vice Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa (CCIR). Durante la seduta Dmitry Kurochkin ha messo al corrente i partecipanti sul ruolo della TPP e della CCIR per l’attuazione di iniziative finalizzate alla collaborazione italo-russa in diversi settori, tra cui i prossimi eventi internazionali in programma presso la TPP della Federazione Russa ed Expocentre.

Il Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa (CCIR) Rosario Alessandrello ha poi approfondito gli eventi organizzati dalla CCIR (in Italia come in Russia) volti all’intensificazione e alla diversificazione degli ambiti di cooperazione tra i due Paesi.

Nel corso della seduta i gruppi di lavoro hanno preso in considerazione, inoltre, una serie di questioni relative a diversi settori industriali.

 

In particolare, nel campo dell’ingegneria aeronautica si è discusso dell’acquisto degli aeromobili russi SSJ-100 e MC-21; hanno attirato l’attenzione anche il piano industriale per la realizzazione degli elicotteri civili AW189 insieme alla possibile localizzazione produttiva dei serbatoi e dei sistemi di ammaraggio di emergenza.

 

Per quanto concerne l’industria chimica è stata sottoposta la questione relativa alla localizzazione produttiva sul territorio italiano delle pellicole protettive di politene per ulteriori forniture in altri paesi dell’Unione Europea oltre che l’organizzazione della produzione oleochimica di piccole dimensioni.

 

Fiorisce significativamente la collaborazione legata al settore metallurgico: a tal proposito è stato firmato un accordo di scambio e cooperazione tra Amafond e Russian Aluminium Association. Molto promettenti anche i progetti inerenti al ripristino dell’attività della fabbrica Evralyumina e della produzione di tubi saldati presso la città di Surgut (XMAO). Sono inoltre in discussione possibili collaborazioni per la produzione di metalli preziosi e compositi.

 

Nel campo della meccanica durante il 2019 si svolgeranno due eventi bilaterali: il Forum Italo-Russo delle macchine utensili (Mosca, 27-28 giugno 2019); la “Fiera Lamiera” (Milano, 15-18 maggio 2019). Si è discusso inoltre della possibilità che l’Italia partecipi in qualità di paese-partner alla fiera industriale internazionale INNOPROM-2020 in programma nella città di Ekaterinburg.

In riferimento al progetto nazionale russo “Economia Digitale”, i rappresentanti della delegazione italiana hanno illustrato le misure intraprese dal Ministero dello Sviluppo Economico volti al potenziamento del digitale. Le iniziative di successo realizzate in questo senso sono state messe in luce come modello al fine di favorire le relazioni tra piccole e medie imprese. I partecipanti al gruppo di lavoro sono stati anche messi a conoscenza del progetto “Programmazione di dispositivi IoT (industrial internet)”.

 

Dmitry Kurochkin ha condotto gli incontri con il Direttore Generale per la politica industriale, la competitività e la piccola e media impresa al Ministero dello Sviluppo Economico Stefano Firpo, con il Primo Consigliere Commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Mosca Francesca Santoro, con il Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa Rosario Alessandrello e con il Capo della Rappresentanza Commerciale della Federazione Russa in Italia Igor Karavaev.

 

Nell’ambito di quanto sopra si è svolta poi la IIa sessione di un sottogruppo di lavoro specifico sul settore farmaceutico e biomedicale […].

A questo incontro hanno preso parte in rappresentanza della controparte russa Aleksej Alekhin (Direttore del dipartimento per lo Sviluppo dell’Industria Farmaceutica e Medica presso il Ministero russo dell’Industria e del Commercio), Stanislav Gromov (Capo sezione per la gestione progettuale dello Sviluppo Farmaceutico e dell’Industria Medica presso il Ministero russo dell’Industria e del Commercio), Igor Karavaev (Capo della Rappresentanza Commerciale Russa in Italia) e Aleksander Smernov (membro del Comitato per l’Attività Imprenditoriale in ambito medico-sanitario presso la Camera del Commercio e dell’Industria della Federazione Russa).

 

La rappresentanza italiana era invece costituita da Stefano Firpo (Direttore Generale per la politica industriale, la competitività e la piccola e media impresa al Ministero dello Sviluppo Economico), Benedetta Francesconi (Dirigente Divisione VI – Politiche per le PMI, il movimento cooperativo e le Start up innovative. Responsabilità sociale d’impresa e cooperazione industriale internazionale), Francesca Santoro (Primo Consigliere Commerciale dell’Ambasciata d’Italia a Mosca),  Aldo Spallone (addetto scientifico preso l’Ambasciata d’Italia a Mosca), Marisa Florio (Direttrice dell’Ufficio di Rappresentanza a Mosca delle Camera di Commercio Italo-Russa), Pier Paolo Celeste (Direttore dell’ufficio ICE di Mosca) ed il suo vice Giuseppe Russo.

 

Durante la sessione grande rilevanza è stata data alla cooperazione nell’ambito dell’etichettatura dei prodotti farmaceutici, la quale diventerà obbligatoria nella Federazione Russa a partire dal primo gennaio 2020.

 

Considerando la crescita dell’industria farmaceutica degli ultimi anni, la seduta ha suscitato grande interesse da parte dei rappresentanti delle maggiori aziende del settore: in particolare Elianrussia, Zeldis, АО MPO Мetallist, ООО Lazmedtex, АО Nazimbio, Gerofarm, Farmasintes, Chimar, ООО Medplant, Italfarmaco Russia, Kedrion S.p.A., E-PHARMA, Angelini, Rigenera, Chiesi Pharmaceuticals, Zambon Pharma, Marchesini Group Rus, Esaote, Cosmetica Italia e delle due associazioni imprenditoriali Confindustria Russia e Gim Unimpresa.

 

La rappresentanza italiana ha espresso soddisfazione per la qualità e l’efficacia della discussione.

I lavori si sono conclusi con la firma del verbale finale.

 

Alla vigilia della sessione i rappresentanti dei gruppi di lavoro hanno visitato i siti produttivi farmaceutici delle fabbriche OOO Feron (città di Lobnya) e OOO Karten (città di Khimki).

 

Traduzione in lingua italiana
dell’articolo pubblicato sul sito della Camera di Commercio e Industria della Federazione Russa
al link: https://tpprf.ru/ru/interaction/committee/kombio/news/293950/