8-10 Luglio 2014, Mosca

215

VISITA DEL MINISTRO DEGLI AFFARI ESTERI ITALIANO FEDERICA MOGHERINI IN RUSSIA

 bandiere 2

Luglio: un mese delicato per la politica italiana, coinvolta in diversi ed importanti appuntamenti sul piano internazionale.

L’8 luglio il Ministro italiano degli Affari Esteri, On. Federica Mogherini, si è recato dapprima in visita a Kiev, doveha incontrato il Presidente ucraino Petro Poroshenko e ha avuto modo di affrontare la questione ucraina.

La sua missione è poi proseguita nella vicina Federazione Russa, dove il capo della Farnesina si è recatoperla prima volta in visita ufficiale.

Nella serata di martedì 8 luglio, presso la sede dell’Ambasciata d’Italia a Mosca, un gruppo di esponenti di rilievo delle istituzioni e dell’imprenditoria italiana con sede sul territorio della Federazione Russa ha accolto l’invito dell’Ambasciatore, Cesare Maria Ragaglini, a partecipare all’incontro con l’On. Federica Mogherini. 150 rappresentanti di grandi realtà aziendali e di PMI operanti da tempo in Russia hanno avuto la possibilità di illustrare le problematiche più diffuse riscontrate nella conduzione di affari in Russia direttamente al Ministro.

Anche il Presidente della Camera di Commercio Italo-Russa, Rosario Alessandrello, e di CONFINDUSTRIA Russia, Ernesto Ferlenghi, erano presenti all’incontro, nel ruolo di portavoce delle imprese italiane, con le quali da anni hanno modo di confrontarsi su base quotidiana.

Il 9 luglio il Ministro ha poi avuto modo di incontrare il Vice Primo Ministro Dvorkovich, Co-Presidente del Consiglio di Cooperazione economica, ed il Ministro degli Affari Esteri russo Sergei Lavrov, con il quale è stata inevitabilmente affrontata la questione ucraina. A questo proposito, il Ministro ha ribadito la posizione dell’Italia come Paese mediatore nell’ambito del conflitto che ormai segna da mesi i rapporti tra Russia e Ucraina.

L’On. Mogherini è stata dunque ricevuta dal Presidente russo Vladimir Putin, con il quale ha affrontato diversi aspetti del rapporto di collaborazione economico-commerciale tra l’Italia e la Russia. Entrambi hanno inoltre ribadito l’importanza strategica del progetto del gasdotto “South Stream”, che connetterà direttamente la Federazione Russa con l’Unione Europea.

La visita si è chiusa infine con il concerto del Maestro italiano di fama internazionale Uto Ughi presso il Teatro Bolshoi, dove è stato ufficialmente inaugurato il semestre di Presidenza italiana dell’UE.

 Per ulteriori informazioni sulla visita, Vi invitiamo a leggere i seguenti articoli:

AGI

Ambasciata d’Italia a Mosca

Ansa

CONFINDUSTRIA Russia – Rassegna stampa straordinaria

La Stampa

Ministero degli Esteri della Repubblica Italiana

Rai News

Russia Beyond the Headlines