Il Premier della Federazione Russa Mikhail Mishustin ha approvato la procedura per il rilascio dei visti elettronici che entrerà in vigore a partire dal 1 gennaio 2021.

I visti elettronici verranno rilasciati su un sito web appositamente creato dal Ministero degli Affari Esteri o utilizzando un’applicazione mobile. Sarà possibile ottenerli per viaggi turistici, d’affari, umanitari e non saranno richiesti inviti, prenotazioni alberghiere o altri documenti che confermino lo scopo del viaggio. Basterà compilare il modulo di domanda, caricare una foto e copia del passaporto, pagare una tassa consolare di $40 (gratuito per i bambini sotto i 6 anni) e attendere la relativa notifica.

La procedura di rilascio del visto non richiederà più di 4 giorni. Il visto sarà valido per un singolo ingresso e per 60 giorni dalla data di ricezione; sarà tuttavia consentito rimanere sul territorio della Federazione Russa per non più di 16 giorni. Al momento dell’attraversamento dei confini con la Russia, il cittadino straniero dovrà presentare la ricevuta stampata dell’avvenuta richiesta di visto elettronico ed il passaporto.

La proroga di questi termini sarà possibile in circostanze di forza maggiore con decisione del Ministero degli Affari Esteri. Al momento dell’attraversamento dei confini con la Russia, il cittadino straniero dovrà presentare la ricevuta stampata dell’avvenuta richiesta di visto elettronico e il passaporto.

Ricordiamo che nelle scorse settimane Mishustin ha approvato l’elenco degli stati i cui cittadini potranno ottenere un visto elettronico (52 Paesi, inclusa l’Italia – http://government.ru/news/40554/), nonché l’elenco dei punti di frontiera attraverso i quali sarà possibile entrare nella Federazione Russa con il visto elettronico (http://government.ru/news/40698/).

Fonte: Decreto del 7 novembre 2020 n.1793 http://government.ru/docs/40817/.