10 FEBBRAIO 2020, MOSCA

266

BUSINESS SEMINAR

RUSSIA-EUROPA: PROSPETTIVE INNOVATIVE PER LA COLLABORAZIONE ECONOMICA

Lunedì 10 febbraio 2020 presso la sede della Camera del Commercio e dell’Industria della Federazione Russa (TPP RF) si è tenuto il Business Seminar “Russia-Europa: Prospettive innovative per la collaborazione economica”, organizzato da Banca Intesa in collaborazione con la Camera di Commercio Italo-Russa.

Alla cerimonia di apertura hanno partecipato, tra i tanti, Sergey Krasilnikov, vicepresidente dell’Unione russa degli industriali e degli imprenditori, Frank Shauff, direttore generale dell’Associazione delle Imprese Europee (AEB), Vincenzo Trani, presidente della Camera di Commercio Italo-Russa.

“La Russia e l’Europa stanno implementando molte iniziative, dal miglioramento delle infrastrutture di trasporto alla creazione di un ambiente digitale unificato”, ha dichiarato il presidente di TPP RF Sergey Katyrin nel suo discorso di apertura dei lavori. “Tuttavia, quando i cliché politici impediscono la cooperazione economica, siamo costretti a dire ancora una volta che è impossibile andare avanti senza interazione, libertà di scelta, processi di innovazione e creatività”, ha sottolineato il presidente della Camera. “L’Unione Europea è uno dei più importanti partner commerciali ed economici. Le imprese europee e russe necessitano di una nuova base per costruire una cooperazione costruttiva. Quando l’azienda prende coscienza che per la sua crescita ha bisogno di innovazione, allo Stato non rimane che il compito di promuovere lo sviluppo di tecnologie avanzate e stimolare l’attività di investimento”, ha affermato Sergey Katyrin.

Sergei Krasilnikov, vicepresidente di RSPIP, ha iniziato il suo intervento mostrando statistiche poco incoraggianti, affermando che la Russia, sfortunatamente, finora occupa solo la 46esima posizione nella classifica globale dell’innovazione. Tuttavia, il paese ha ancora un ampio potenziale nei settori dell’energia, della sanità e della regolamentazione industriale.

Vincenzo Trani ha osservato che la vita nel mondo moderno ha velocità molto elevate, e che oggi la cosa più importante è stare al passo con i tempi. Trani ha poi ringraziato Antonio Fallico, la TPP RF e Banca Intesa per l’opportunità di parlare ed essere ascoltato in un seminario del genere. Vincenzo Trani si è concentrato sulle piccole e medie imprese, che devono essere sostenute, così come le loro conoscenze vanno condivise. In Italia, ad esempio, l’8 % del PIL è composto da medi e piccoli imprenditori. Nonostante un dialogo non particolarmente attivo con lo Stato, è necessario che gli uomini d’affari russi e italiani condividano le proprie esperienze reciproche e guardino seriamente alle tecnologie digitali, nelle quali risiede il loro futuro. Ora una grande azienda capisce di cosa avrà bisogno una persona l’indomani, e dal suo input crea il prodotto ed è importante imparare questo tipo di intuizione. “La Russia ha un ottimo capitale umano”, ha anche notato Vincenzo Trani.

In seguito Antonio Fallico, Presidente del Consiglio di Amministrazione di Banca Intesa S.p.A., ha tenuto un interessante e stimolante discorso sull’istituto bancario, che, come affermato da Sergey Katyrin, è il motore di questo seminario. Antonio Fallico ha sottolineato l’importanza del potenziale di investimento tra i paesi dell’Unione Europea, e ha condiviso quali sono i suoi piani per il futuro, sottolineando l’efficacia della comunicazione tra imprenditori nei principali forum internazionali organizzati nel 2019 in Russia.

Nonostante il momento ancora difficile per gli affari, il compito principale degli imprenditori è quello di cercare partner, stringere amicizie con le aziende.

 

 

 

FOTOGALLERY

Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background
Slide background